Gli stagionali

Rispettiamo la natura e i suoi cicli. Per questo lavoriamo le nostre verdure seguendo l’andamento delle stagioni e reinterpretando con con fantasia ciò che di più buono la terra ha da offrirci: i frutti del territorio veneto, che ci accompagnano durante il corso dell’anno.

Gli asparagi bianchi

Il delicato profumo della primavera racchiuso in vaso: gli asparagi bianchi, candida eccellenza del territorio veneto, si sposano con l’aceto di vino bianco, l’acqua, lo zucchero e il sale di Cervia. Una delizia da assaporare piano, mordendo il gusto di una prelibatezza che nasce lentamente nel cuore della terra.

Da abbinare a:
formaggi freschi, salumi della tradizione, carni bianche alla griglia e gamberi al vapore. Disponibili da aprile a giugno.

I funghi pioppini

Colorate delizie del bosco per eccellenza, il gusto dei piccoli pioppini di Costozza, raccolti nel cuore dei Colli Berici, viene esaltato dall’aceto di vino bianco unito a acqua, zucchero, sale di Cervia, olio extra vergine di oliva e olio di semi di girasole biologico.

Da abbinare a:
formaggi freschi, mozzarella di bufala e robiola, carne cruda e salumi saporiti. Disponibili da settembre a giugno.

I cetrioli in agrodolce

Una ricetta curiosa e che profuma d’estate, un agrodolce che ben si presta per un aperitivo o da aggiungere nei pinzimoni per un tocco speziato. Qui i verdi cetrioli incontrano i peperoni rossi, lo zenzero e le bacche di cardamomo e si uniscono ad aceto di vino bianco, acqua, zucchero e sale di Cervia. Uno sfizio perfetto per i cocktail più creativi.

Da abbinare a:
prosciutto cotto poco affumicato, tonno sott’olio, vitello tonnato, carne salada, hamburger gourmet e mortadella tagliata spessa.

Il radicchio tardivo

Fiore dell’inverno veneto, il radicchio rosso tardivo e il suo sapore aromatico abbracciano la dolcezza del lampone e incontrano l’aceto bianco, l’acqua, il sale di Cervia, l’olio extra vergine d’oliva e l’olio di semi di girasole biologico.

Da abbinare a:
salumi, pizze e panificati gourmet, tagliate di manzo alla griglia, formaggi a pasta dura stagionati, di capra o taleggio.

I Q.li di Treviso

Quando le note amarognole dei cuori del radicchio rosso di Treviso si uniscono alla dolcezza del mirto e alla liquirizia, il risultato non può che essere straordinariamente colorato e curioso. Unite l’aceto di vino bianco, il sale di Cervia, l’olio extravergine di oliva e lo zucchero e l’armonia di sapori è pronta per essere servita a tavola.

Da abbinare a:
carni rosse alla griglia, formaggi stagionati o erborinati, petto d’anitra o arrosto di carni bianche del cortile, con pane di grano duro e croccante.

Usiamo i cookies per rendere la tua esperienza nella nostra dispensa ancora più golosa. Questo sito utilizza cookie tecnici necessari al funzionamento, cookie analitici, cookie di profilazione e social media anche di terze parti per le finalità indicate nelle informative presenti nel sito. Puoi modificare e personalizzare in qualsiasi momento le impostazioni relative ai Cookie utilizzati, cliccando sull'apposito pulsante in basso "Più Dettagli". Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, o cliccando "Accetto", confermi invece di accettare unicamente l'uso dei cookie tecnici.

Più dettagli | Cookie Policy | Privacy Policy