Pica-Pau in portoghese significa letteralmente “pica-palo”, ovvero, il picchio. È uno degli stuzzichini tradizionali, chiamati così proprio perché si mangiano con l’aiuto di stuzzicadenti nei numerosi piccoli locali tipo le taverne, chiamati “tascas“, in compagnia di amici, bevendo birra o vino.
È un aperitivo molto popolare, che si prepara normalmente con la carne di manzo, e gli stuzzicadenti sostituiscono con successo le posate.

Questa ricetta è di Giulia Nekorkina, che è venuta a trovarci e ha creato la sua personalissima e unica Giardiniera di Giulia, accompagnamento perfetto a questo aperitivo mediterraneo.
Una versione che voi potete replicare utilizzando i nostri Cetriolini in Agrodolce, le Carote e le Cipolline in Agrodolce: successo assicurato!

Speciale Portogallo: Pica-Pau

Ingredienti
500 g di filetto di manzo o di maiale
4 spicchi di aglio
1 peperoncino chiamato piri-piri
2 foglie di alloro
100 ml di olio di oliva
100 ml di vino bianco
sottaceti (solitamente cavolfiore, carote e cetriolini)
olive
prezzemolo
pane

Procedimento
Tagliare la carne in piccoli pezzettini; condire con sale, aglio schiacciato in camicia, alloro e puri-piri. Friggere la carne nell’olio d’oliva molto caldo, e quando la carne è ben rosolata, aggiungere il vino e abbassare la fiamma.
Continuare la cottura a fuoco basso finché la salsa si sarà ridotta a metà, togliere dalla padella e mescolare con le verdure della Giardiniera, tagliate in pezzi.
Decorare con il prezzemolo tritato, servire con le olive e con le fette di pane per pucciare nella salsa.